Serie A: Juve-Napoli non si gioca, scontro totale

1' di lettura 05/10/2020 - Juve-Napoli non si gioca: la squadra di Gattuso ha dato seguito allo stop imposto dalla Asl partenopea dopo i due positivi (Zielinski ed Elmas), niente trasferta a Torino quindi, aprendo però un fronte di battaglia con la Lega calcio e uno scontro più ampio che adesso mette in campo tutti gli attori.

Dunque le autorità sanitarie di Napoli, alla luce del boom di contagi in Regione, hanno fatto il loro dovere. Del resto anche il ministro della Salute Roberto Speranza era stato chiaro: "E' già deciso che non si gioca, ma parliamo troppo di calcio: pensiamo di più alla scuola. La priorità è la salute" dice, sottolineando che in questo momento di nuovo critico guardando ai numeri della pandemia "se dobbiamo rischiare facciamolo per gli studenti, non per gli stadi". Messaggio chiaro. Ma per il calcio le regole già varate con l'ok del Cts non sono derogabili: con due positivi nel gruppo squadra e resto dei tamponi ok a 48 ore dal match si deve giocare. "Il protocollo prevede regole certe e non derogabili, che consentono la disputa delle partite di campionato pur in caso di positività" ha infatti ribadito la Lega. l braccio di ferro però si potrà riproporre se altre squadre si dovessero trovare nella situazione del Napoli, che non presentandosi allo stadio (va incontro alla sconfitta a tavolino (a meno che il giudice sportivo non decida diversamente). Ma apre la strada ai ricorsi, già di fatto annunciati, che dalle sedi sportive potrebbero approdare nei tribunali ordinari.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2020 alle 02:15 sul giornale del 06 ottobre 2020 - 180 letture

In questo articolo si parla di sport, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxKy