Cuneo: non mandavano i figli a scuola, 144 genitori denunciati

Scuola generico 11/06/2015 - Sono stati denunciati 144 genitori del cuneese per non aver mandato a scuola i loro figli.

Si tratta di 86 minori tra i 6 e i 16 anni che hanno abbandonato prematuramente gli studi o che hanno accumulato un numero eccessivo di assenze non giustificate. La maggior parte dei genitori scoperti sono stranieri, soprattutto romeni, albanesi e marocchini, comunque regolari sul territorio italiano, i restanti sono invece italiani.

Alcuni di loro sono recidivi, in quanto già denunciati in passato per lo stesso reato. Per i genitori potrebbe configurarsi il reato di omissione di impartire l’istruzione scolastica obbligatoria ai figli L’indagine è stata avviata dai carabinieri per contrastare l’evasione scolastica.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2015 alle 17:35 sul giornale del 12 giugno 2015 - 649 letture

In questo articolo si parla di scuola, cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akBB


I carabinieri hanno fatto benissimo ma dovrebbero anche relazionare circa gli interventi fatti dalle singole scuole e dai servizi sociali comunali competenti perché è ovvio che se dentro una casa ci sono minori e genitori senza redditi in quanto disoccupati per loro non colpa le responsabilità devono essere attribuite alle scuole che non hanno fatto le segnalazioni ed ai comuni che non sono intervenuti.
Se al contrario la responsabilità e dei genitori che, pur avendo un reddito, non educano sufficientemente i figli gli stessi vanno seguiti od ad essi va tolta la potestà parentale.
La tutela dei minori è un problema di tutti ed in primis del sistema pubblico.
I minori di oggi sono i cittadini di domani.
Creando dei disadattati oggi avremo molti problemi domani.